.

Fast Race San Salvatore

Manca poco più di settimana all' MTB URBAN RACE del 9 settembre a San Salvatore Monferrato!!!

consegna pacchi gara dalle 17:30 alle 18:30

partenza gara ore 19:30

un'ora!!!


Iscrizioni on line fino all'8 settembre https://www.endu.net/it/events/fast-race-mtb-urban-race-san-salvatore-monferrato/

iscrizioni in loco il giorno della gara a prezzo maggiorato!


Una gara al tramonto nel centro storico di San Salvatore, un'ora di tempo per fare più giri possibile, da soli o a coppie, in MTB, FAT o E-BIKE

gara in calendario FCI e aperta agli Enti di Promozione Sportiva che hanno sottoscritto la convenzione con la F.C.I. per l’anno 2018 riconosciuti dal CONI

Non verranno iscritti atleti non tesserati


Obbligatorio fattore K per i tesserati FCI/UCI!


Per ulteriori info: http://www.maniabiketeam.eu/fastrace/index

Centocinque del Tanaro

Ciclopedalata gratuita a supporto della Grantanarando, partenza dalla cittadella di Alessandria
per iscrizione https://goo.gl/forms/GI0A4fNYa1YY7PSr2
percorso aperto al trafico
possibilità di aperitivo presso il bar Locanda di San Salvatore al prezzo di 4€ 
giro non competitivo
per non bloccare il traffico i partecipanti verranno divisi in gruppi

Scuola di ciclismo

 

Abbiamo pensato che la migliore introduzione di questa sezione del sito sia la pubblicazione dei 10 principi enunciati nella Carta dei Diritti del Bambino nello Sport redatta dall’UNESCO (a Ginevra) nel 1992.

E’ necessario partire da queste basi per mettere nelle condizioni i giovani di avvicinarsi ed appassionarsi al ciclismo.

Diritto di divertirsi e di giocare

I giovani che praticano una attività sportiva dove si gioca e ci si diverte difficilmente l’abbandonano. Quindi come adulti abbiamo il dovere di proporre una attività consona all’età dei giovani che non punti alla prestazione ma all'avviamento alla pratica sportiva.

Diritto di fare lo sport

Diritto di beneficiare di un ambiente sano

I giovani tendono ad imitare il comportamento degli adulti, quindi è fondamentale che gli adulti siano un esempio per i giovani, attraverso comportamenti coerenti con i più alti principi dello sport (fair play, rispetto delle regole ecc..)

Diritto di essere trattato con dignità

E’ indispensabile utilizzare mezzi e metodi di comunicazione che non siano punitivi o frustranti. Questo vale per i tecnici, ma anche per i genitori.

Diritto di essere allenato e circondato da persone competenti

I Direttori Sportivi dei giovani devono avere molte competenze, certamente più dei tecnici che trattano con atleti adulti. Quindi la formazione e l’aggiornamento rappresentano non solo un diritto ma un dovere del tecnico giovanile.

Diritto di seguire allenamenti adatti alle proprie possibilità

E’ compito del tecnico quello di proporre allenamenti commisurati con l’età e con il livello psico-fisico del giovane.

Diritto di misurarsi con giovani che abbiano le sue stesse possibilità di successo

L’organizzazione delle attività per i giovani deve essere tale da garantire che ci sia un confronto tra giovani dello stesso livello, non solo prestativo, ma soprattutto di competenze tecniche.

Diritto di partecipare a competizioni adeguate alla sua età

Questo principio in qualche modo si aggancia al precedente e si amplia considerando anche gli aspetti normativi che regolano l’attività giovanile (tipologia, chilometraggio e tempo di attività)

Diritto di praticare il proprio sport nella massima sicurezza

Questo principio nel nostro sport è inderogabile. Quindi è fondamentale che gli organizzatori attuino tutte le procedure di sicurezza dettate dalle normative e dal buon senso.

Diritto di avere tempi di riposo

Lo sport a livello giovanile deve essere considerato come una piacevole parentesi tra gli impegni scolastici e familiari. Quindi anche il carico di allenamento proposto dal tecnico deve considerare questo tutti gli altri impegni del giovane.

Diritto di non essere un campione

Un grave errore è quello di pensare che i risultati ottenuti a livello giovanile siano il presupposto per diventare un campione. Prima di arrivare all’età adulta un atleta percorre tappe di crescita che possono modificare radicalmente il proprio livello prestativo. Quindi chi opera con i giovani non deve infondere false aspettative e soprattutto non deve trattare i proprio atleti già come “Campioni”.

Lo Stelvio..... ma non solo!

Programma Week End

 fullsizeoutput_7467.jpeg

 

In previsione della impegnativa GF ‘’Santini-Stelvio’’ del 3 giugno, abbiamo pensato di organizzare nei giorni del 4 - 5 - 6.Maggio a Laigueglia presso Hotel Villa Ida (www.villaida.it) uno stage di preparazione/rifinitura per chi affronterà lo Stelvio(BDC) e per chi ha obiettivi diversi (BDC e MTB) con 


lo scopo di perfezionare la condizione fisica e mentale, anche attraverso test specifici, per affrontare al meglio le prossime sfide con la consapevolezza di avere fatto tutto il possibile per viverle con la giusta fatica e tanto divertimento...

Sono previste uscite tecniche in bici precedute da lavoro di attivazione muscolare, briefing informativi e di confronto di gruppo e individuali, nonché sessioni di Mental Training, in cui potrete apprendere alcuni utili strumenti che vi potranno essere utili in gara o in allenamento.


I percorsi saranno gestiti e diversificati in funzione dei partecipanti e finalizzati agli obiettivi di ciascuno.

Il costo tutto compreso (due pernottamenti, pensione completa in camera doppia) è di :

€ 185,00 per i tesserati 

€ 215,00 per i non tesserati;

possibilità di soggiorno per un accompagnatore

Chiusura iscrizioni e versamento quota entro il 26 Aprile 2018 
 Numero max. di partecipanti 12

per iscrizioni: Iscriviti

Programma:

 

VENERDI 04

ore 14,00   Ritrovo partecipanti presso Villa Ida    Laigueglia Registrazione e sistemazione in camera

ore 15,30   Bike Training
                  BDC e MTB  2/2.5 h

ore 18,00   Rientro, doccia, relax

ore 19,00   Briefing informativo, Mental Training (1)
ore 20,00   Cena

ore 21,30   Colloqui personali/Varie


SABATO 05

ore 8,00   Attivazione Neuromuscolare
                Visualizzazione Guidata (2)
ore 9,00   Colazione

ore 10,00 Bike Training
                  BDC: 140/160 km 2500/2600 D+ 6h circa rientro 15,30/16,00
                  MTB: 3 ore 1500 D+ Percorso Tecnico rientro ore 13,00 circa
ore 13,30 Pranzo MTB

ore 16,30 Spuntino BDC

ore 18,00 Feedback sulla giornata/Programma di domenica
ore 19,00 Cena

Serata a disposizione

DOMENICA 06

ore 8,00 Attivazione Neuromuscolare
               Visualizzazione Guidata (3)
ore 9,00  Colazione

ore 10,30 Bike Training
                  BDC: 100/110 km 1500 D+ 4 ore circa 2 salite test (stessa salita)     dopo 40 km rientro 14,30 circa       
                  MTB: 3 ore 1500 D+ Percorso Tecnico: cura dei dettagli
                  Rientro ore 13 circa


ore 13,00 Pranzo MTB

ore 14,30 Spuntino BDC

ore 16,00 Briefing di chiusura e saluti.

 

Info:

Stefano Davite: 392 7240099

Roberto Ravera 347 8009191

eventi@maniabiketeam.eu